Ott262006

Ho comprato il biglietto!

Dopo tante peripezie ANCHE per comprare il biglietto (ben 11 mail di “contrattazione” dell’itinerario inviate all’agenzia di Londra) finalmente lunedì l’ho acquistato!

Ormai son sempre più vicino, anche se ancora non ci credo. I troppi ostacoli incontrati hanno smorzato il mio entusiasmo, e ormai credo che solo quando ad Alghero salirò sul primo aereo inizierò a rendermene veramente conto.

Comunque, l’itinerario “definitivo” è disegnato nella cartina qui sotto (cliccare per ingrandirla).

“Definitivo” so bene che è una parola ridicola, in quanto se riuscirò a rispettare il 50-60 % dell’itinerario sarà gia tanto. Una delle cose belle dei viaggi è, per me, proprio non rispettare ciò che si è programmato e lasciarsi guidare dalle impressioni ed emozioni che si provano direttamente in loco.

Biglietto giro del mondo

Itinerario giro del mondo (clicca per ingrandire)

 

Il tragitto quindi dovrebbe essere:

– partenza 15 novembre mattina, Alghero-Londra (0,49 euro + tax, tot 23 euro, eh eh!);

– stesso giorno volo Londra-San Paolo-Buenos Aires (circa un mesetto a Buenos Aires e forse qualche altra città nel nord dell’Argentina);

– in autobus da Buenos Aires fino …. continua a leggere qui >>

Ott202006

Prime conseguenze di un giro del mondo…

Fare un giro del mondo, oppure un viaggio molto lungo, necessita di tutta una serie di preparativi vari. Uno di questi è quello che sto affrontando questi ultimi giorni d’Ottobre, il riordino di tutto ciò che ho.

Dopo quasi 9 anni di tranquilla vita solitaria in due diversi appartamenti in affitto, è arrivata ora la necessità di “parcheggiare” le mie carabattole in casa della mia famiglia per non dover pagare inutilmente un anno di affitto. Tutte cose sempre trasportate da una casa all’altra così com’erano, senza neanche guardarle. E siccome ora lo spazio rischia di non bastarmi, devo per forza effettuare una cernita, esigenza questa però dettata anche, a dire il vero, da una volontà di eliminazione di tutto ciò che nel tempo è diventato superfluo, come accennato già ieri.

E cosi ho iniziato a buttare, per esempio, chili e chili di utili riviste conservate con cura (e mai utilizzate!). Poi è toccato il turno del primo computer avuto, perfettamente funzionante ma, anche questo, ormai usato solo per poggiarci sopra qualcosa. E così via, l’elenco sarebbe lunghissimo.

Ieri sono arrivato a qualcosa di più delicato …. continua a leggere qui >>

Ott182006

Uff…

Inizio a ricredermi sull’efficenza dell’agenzia londinese, perlomeno della filiale scelta. Dopo 25 giorni dalla prima mail a loro inviata, e dopo aver dovuto fare ben 8 modifiche all’itinerario, oggi mi è arrivata la tanto sospirata prenotazione… sbagliata!! Mi hanno tagliato la tappa di Bali mentre le date degli ultimi 3 voli sono sbagliate di un mese. Grunt! Il 15 novembre (data della partenza) piano piano si avvicina e sono ancora senza biglietto.

Nel frattempo i preparativi vanno avanti a pieno ritmo:

– trasloco in corso (dalla casa che ho in affitto verso casa dei miei);

– vendita della lavatrice in corso 😀 ;

– vendita della cucina a gas in corso;

– offerta della mia vecchia auto in regalo a chi se la prende in corso;

– annuncio di vendita dell’autoradio in uscita su Ebay;

– idem per un regalo inutile ricevuto da poco 😉 ;

– operazione di eliminazione (direttamente nel cassonetto) del 50% delle cose che ho a casa in corso!! Avete mai notato che ci riempiamo la casa di cose che poi non usiamo mai??? Il mio metro di valutazione è: più un oggetto ha polvere sopra, più è inutile.

Quindi entro il 31 devo lasciare l’appartamento e chiudere i contratti di luce, telefono, internet, auditel e assicurazione auto, e poi mi rimane da preparare lo zaino, salutare gli amici e partire (biglietto permettendo)! Qualcosa mi scorderò sicuramente ma, come dico sempre, l’importante è partire!! 😀

Ott132006

Il biglietto aereo

E’ più complicato di ciò che pensassi organizzare un giro del mondo, per quello che riguarda SOLO il biglietto aereo. Per rientrare nella tariffa più bassa che interessa a me (1860 euro tasse comprese) si possono fare fino a 8 voli per un massimo di 29.000 miglia. Ma gli aeroporti serviti sono limitati, per cui l’itinerario va adattato appunto a dove si può atterrare.
Ho dovuto quindi modificare il percorso che avevo programmato: e così ZAC! niente partenze da Caracas, ZAC! niente dall’Havana, ZAC! niente atterraggio a Bangkok. Ci potrò arrivare in bus, e in più in Sud America dovrò acquistare un volo extra che, dopo lunghe ricerche per scovare il prezzo più basso, ho trovato dalla famosa, rinomata, prestigiosa compagnia Salvadoregna TACA! Ma che è???? Bè, comunque era quella che costava di meno. L’importante è partire, sempre!
Ma ciò che mi ha entusiasmato di più è che dalla rimodulazione del percorso sono usciti dal cilindro… PUFF! Bolivia, PUFF! un pezzetto di Cina, PUFF! Vietnam del nord e PUFF! India del nord! Eh si, nonostante solitamente preferisca rimanere in uno stato non meno di un mese, per riuscire a capire con una certa sufficienza la vita locale, questa volta a causa di uno scalo a La Paz, di uno a Hong Kong e di un altro a Delhi ho limato le permanenze da altre parti (in cui peraltro son già stato) per visitare questi splendidi paesi che volevo riservare a successivi viaggi.
E per di più spesso in passato le destinazioni aggiunte all’ultimo momento o scoperte per caso si sono rivelate poi le più indimenticabili.

Dopo le tante ore passate al pc questi ultimi giorni a leggere notizie, racconti, informazioni su visti, frontiere, clima, trasporti, etc, e dopo che l’agenzia londinese mi ha respinto uno ad uno tutti gli itinerari proposti, ora aspetto con ansia la conferma del sospirato biglietto.

Dopo più di un anno di attesa.
Dopo lo stravolgimento della mia vita dei prossimi 1-2 anni almeno.
Dopo essere arrivato ad un passo dal lasciare il mio lavoro definitivamente, ora non aspetto altro che questo c….o di biglietto!!
Poi si può brindare!!  😀

Ott102006

Ultimo giorno di lavoro

Finito!!
Ultimo giorno di lavoro oggi, lunedì 9 Ottobre. Avrei dovuto finire alle 15 ma, causa interruzioni varie, ho finito alle… 19:59:40, giusto 20 secondi prima che suonasse l’allarme e naturalmente, come spesso accade, ero l’ultimo ancora dentro (ehm… per la precisione sono anche sempre l’ultimo ad entrare… :oops:).
Impacchettamenti vari, chiusura di lavori sospesi, “pulizia” ossia sgombero di ogni cosa dalla mia stanza, in attesa che venga occupata da qualcun altro.
Però… prima di togliere tutto …. continua a leggere qui >>

Ott22006

L’inizio… (seconda ed ultima parte)

Nell’Ufficio dove lavoro ci sono state importanti novità.

Una delle dirigenti si è un po’ presa a cuore la mia domanda di licenziamento e si è data da fare per farmi rilasciare dal direttore il permesso che avevo richiesto prima della domanda di licenziamento, e cioè l’aspettativa. E in un paio di settimane infatti il direttore mi ha convocato e dopo alcune discussioni ho finito per accettare l’aspettativa e il ritiro delle dimissioni.

Non è un passo indietro. Il fatto stesso di essere arrivato al punto di presentarle è per me molto importante, e so che come son riuscito a farlo una volta potrei rifarlo ancora. Esattamente potrei rifarlo fra un anno, al ritorno dal giro del mondo. Quando insomma avrò qualche ulteriore elemento in più (oppure non l’avrò) per continuare questa strada.

In compenso intorno a me molte cose son cambiate …. continua a leggere qui >>