Nov252010

Operazione Regali Natalizi per bambini di “favelas” colombiane

Prefazione

Tanto tempo senza scrivere…. Mi piace sempre ma non riesco a trovare il tempo per farlo.
Nei 4 mesi in Italia non ho tempo per il troppo lavoro (lavoro solo 4 mesi però sono mesi molto intensi, spesso anche con 10 ore al giorno di lavoro), quando sono in viaggio non ho tempo perchè… sto viaggiando :-D, e qui a Cali (Colombia), dove vivo gran parte dell’anno, fra le tante attività e impegni vari non riesco ugualmente a trovare tempo libero sufficiente per recuperare l’arretrato da trascrivere sul blog e per scrivere le novità.

Ma… un giorno ci riuscirò, ne sono sicuro!! 🙂

.

Operazione regali natalizi per bambini di “favelas” colombiane

Quest’anno con gli amici colombiani di Couchsurfing ripeteremo un’iniziativa che iniziammo l’anno scorso e che, pur se modesta, ebbe un discreto successo: colletta di fondi per comprare regali (assai modesti!) da portare ai bambini che vivono in quartieri poveri e difficili di Cali (3^ città colombiana, con oltre due milioni di abitanti). Quartieri questi, purtroppo, anche molto violenti.

L’anno scorso, a parte versare quote personali, organizzammo alcune feste (le feste in America Latina hanno SEMPRE successo, he he!) con le quali alla fine raccogliemmo pesos sufficienti per comprare circa 200 regali. Tutti regali molto economici, comprati nei grandi mercati popolari, dal costo medio di 3000 pesos (1 euro) ognuno. Ovviamente tutti Made in China, visto che la Cina ormai ha invaso tutto il mondo con prodotti di basso costo (e bassa qualità), sud America compresa.

Alla fine però ci siamo bloccati di fronte alla grossa difficoltà di come entrare in queste “favelas” colombiane. Sono quartieri difficili e pericolosi, dove anche la Polizia ci pensa 2 o 3 volte prima di entrarci. Ed entrare con dei sacchi pieni di doni, pur se economici, non è facile nè per uno straniero, nè per i colombiani stessi. C’è il rischio, nella migliore delle ipotesi, di venire subito derubati!

Allora ci siamo dirottati in un paesino sulle montagne a circa 3 ore di distanza dalla città. Un povero paesino rurale, con bambini che fecero salti di gioia e lunghe file per assicurarsi il loro piccolo regalino, ma che comunque vivevano in condizioni migliori di quelle dei quartieri degradati della città. La maggior povertà, anche in Colombia, si ha nelle periferie delle grandi metropoli, mentre nelle campagne e nei piccoli paesi si vive meglio, con i campi coltivati che permettono di mangiare sempre qualcosa.

Volontariato ColombiaVolontariato Colombia
Volontariato ColombiaVolontariato Colombia
Volontariato Colombia

Quest’anno ripetiamo l’evento, iniziando ora con la raccolta di fondi per poi acquistare i regali e consegnarli ai bambini pochi giorni prima di Natale.

Questa volta però l’intenzione è di riuscire ad entrare in queste “favelas”, dove più c’è povertà e necessità di aiuti. Stiamo cercando di contattare associazioni di volontariato o responsabili di comunità locali che ci permettano un ingresso sicuro e che anche ci aiutino nella distribuzione. La popolazione in quei quartieri è numerosa e i regali sicuramente non basteranno per tutti, quindi bisogna cercare di entrare solo in alcune zone, senza farsi notare da tutti i bambini del quartiere… 🙁

A che servono i regali di Natale?

Sicuramente non cambieranno il destino di quei poveri bambini, e neanche vogliono rappresentare una “contaminazione consumistica” in quartieri dove di consumismo se ne vede ben poco. Quei regalini rappresentano una piccola nota positiva e di speranza in quel mondo cupo e con così tanti problemi. Un gesto di affetto e di solidarietà che non può non lasciare almeno un piccolo segno positivo in loro.

Novità di quest’anno

L’anno scorso i regali son stati comprati con solo offerte di amici colombiani. Offerte che, considerato il livello molto basso degli stipendi locali, più di un certo tanto non siamo riusciti a raccogliere.
Quest’anno voglio provare a vedere se in Italia si riesce a raccogliere un aiutino 🙂

Il costo medio di ogni regalino è 3500 pesos, che corrispondono a circa 1,40 euro. Altri 0,40 euro se ne vanno via per le spese amministrative di PayPal (sicurissimo e già collaudato mezzo di pagamento via internet) e per le commissioni di cambio.

Totale: 1,80 euro. Costo di ogni regalino che consegneremo. Cifra abbastanza contenuta.

.

CONCLUSIONI

Vuoi partecipare?
Versa il tuo 1,80 euro e farai felice un bimbo colombiano! Se poi ne vuoi fare felici due, la quota sarà di € 3,60….

Come fare?
Clicca sul bottone “Donazione” alla fine del post, ed entrerai nella pagina dedicata di PayPal. Si può pagare con qualsiasi carta di credito, compresa la ricaricabile PostePay.

Fidarsi?
Per chi mi conosce, garantisco io! Per gli altri… fidatevi pure, non si ruba mai ai bambini.
Dell’evento comunque ci sarà un resoconto qui sul blog, completo anche di tante foto.
Nel frattempo, puoi dare un’occhiata alle foto dell’anno scorso, quando consegnammo circa 200 regali.

FOTO CONSEGNA REGALI NATALE 2009

Nella versione facebook dello stesso album, ci sono anche vari commenti.

Foto 2009, versione facebook

Bene, non resta che salutare tutti, grazie per l’attenzione e saluti da Cali!
🙂
Pietro

(Per effettuare donazioni, clicca qui sotto)

.

7 comments to Operazione Regali Natalizi per bambini di “favelas” colombiane

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>