Gen162007

(RIO DE JANEIRO/4) Le Feste

Ok, era un periodo di feste e posso dire di essermici tuffato a capofitto.
La notte di capodanno… pazzesca, mai vista tanta gente tutta insieme facendo festa. 2 milioni di persone che hanno resistito fino alle 6 del mattino alle ore piccole, alla pioggia e all’alcool. Si perché dalle 2 circa, prima lentamente e via via sempre più intensamente, ha iniziato a piovere. Ma stando in spiaggia e con il caldo che faceva (25-30° di notte) non ha dato fastidio più di tanto, tranne magari dalle 5 in poi quando è arrivato un vero e proprio acquazzone che ha infradiciato tutto, anche il mio povero orologio paraguaiano. L’unica foto che per ora ho della notte è questa, prelevata da un quotidiano

Capodanno Rio De Janeiro, Reveillon

anche se poi non mi è parso fosse così pericoloso portarsi la macchina fotografica (tranne proprio per la pioggia). David (italiano), con il quale ho passato l’anno nuovo dopo aver perso tra la folla Manuel (Colombia) e Rodolfo (Argentina) ha scattato tante foto che ha promesso di inviarmi appena arriva in Argentina.
E proprio pochi minuti prima di mezzanotte ci siamo persi, quando di corsa ci stavamo spostando dalla spiaggia di Ipanema (dove c’erano i concerti migliori) alla spiaggia di Copacabana (dove c’erano i fuochi artificiali migliori). Brindisi di mezzanotte quindi fatto assistendo allo spettacolo pirotecnico, dentro all’oceano fino alle ginocchia (jeans lunghi compresi) e con una caipirinha in mano. Non avevo mai passato un capodanno col clima estivo, così come non l’avevo mai passato fuori dall’Italia. Costo della nottata: cenone (4 spiedini arrosto comprati nelle bancarelle) 8 reais, musica e spettacoli gratis per un totale di 3 euro (bevande escluse). Bè, rispetto agli 80-100 euro che ogni anno mi partivano per il cenone di fine anno ho risparmiato anche oggi. E comunque, soprattutto, è stato senza dubbio il mio miglior capodanno almeno degli ultimi 15 anni.
Prima della mezzanotte, quando la folla era eccitata in attesa della grande festa, abbiamo conosciuto tantissimi brasiliani che simpaticamente ci fermavano appena notavano le nostre facce da “gringos” (stranieri). Più tardi, durante i concerti (prima musica tipica brasiliana, poi Sergio Mendez, poi gli statunitensi Black Eyed Peas ed infine vari DeeJay) ci siamo uniti ad un gruppo di 3 brasiliane fino quasi a fine nottata. E poi via, ognuno a casa propria, loro nella loro distante favela, David in un appartamento in affitto e io in ostello dove ho rincontrato tutti gli altri che si erano persi nella folla.

E visto che è periodo di ferie si replica una settimana dopo, quando un pomeriggio di domenica inizia un grande show di musica elettronica del DJ Tiesto. E chi è? Il giorno dopo leggerò su Wikipedia (enciclopedia online gratuita: leggetela sempre, troverete una spiegazione su tutto; sito italiano http://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale ) che attualmente è uno dei più bravi deejay del mondo. Ha suonato anche alla cerimonia di apertura delle ultime olimpiadi, Atene 2004). Partecipanti: 200.000! Qui a Rio ogni festa si fa sempre in grande, e siccome questa volta si inizia prima (alle 16), sempre nella spiaggia di Ipanema, la gente si divide fra chi sta davanti al palco, chi si fa il bagno in mare e chi gironzola da un venditore di bibite all’altro. Cosa quest’ultima che faccio anch’io prima con un gruppo di amici dell’ostello e poi, dopo esserci come al solito persi tra la folla, solo con Sandra, americana di origine svedese da poco arrivata in ostello, anche lei buongustaia della caipirinha! 😉
Un’altra grande e indimenticabile serata, arricchita da tante nuove conoscenze, alcune delle quali (brasiliane) piuttosto bizzarre. E questa volta con almeno qualche foto e video scattate da una francesina con la quale ci siamo un po’ stuzzicati a vicenda sui mondiali di calcio! Eh eh, tanto abbiamo vinto noi!!! 😀

Ciao!

DJ Tiesto Rio De Janeiro

DJ Tiesto Ipanema Rio

Caipirinha Ipanema Rio Tiesto

amici hostel ipanema tiesto rio

2 comments to (RIO DE JANEIRO/4) Le Feste

  • Anonimo

    era ora!!!! Ormai è diventata una dipendenza: se non leggo qualcosa del tuo viaggio non riesco a chiudere bene la giornata! l’ho sempre detto che sei bravissimo! Riesci perfettamente a rendere l’idea di quello che vedi e che fai e della varia umanità che incontri. Bè ora basta se no mi diventi scrittore e ti perdo come collega! P.S. grazie della firma virtuale: l’accordo si chiuderà lunedì prossimo e…qualcosa “te ne verrà” baci Rosanna

  • Grazie Rosanna, troppo buona!
    Ok, mi sono un po’ lasciato andare in queste feste e non ho più scritto nulla, però è una cosa che mi piace fare e quindi ora sto riprendendo, sempre sperando di non far annoiare chi legge.
    Ciao ciao!

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>